Netanyahu’nun yargı reformunu oylamaya sunması İsrail’de kitlesel protestoları yeniden başlattı

0

La “riforma giudiziaria”, annunciata per la prima volta a gennaio, include cambiamenti come la limitazione dei poteri della Corte Suprema e il potere di avere voce in capitolo nelle nomine giudiziarie.

Le proteste di massa sono riprese in Israele con l’adozione del controverso disegno di legge giudiziaria al primo voto in parlamento.

L’Assemblea israeliana, nella seduta tenutasi in notturna all’Assemblea Generale, ha adottato l’articolo critico che limiterà il controllo della Corte Suprema sul governo al primo voto.

Quindi, sono scoppiate di nuovo proteste di massa contro il controverso regolamento giudiziario del governo.

Migliaia di persone hanno protestato con bandiere israeliane in città come Tel Aviv, Gerusalemme ovest, Haifa, Petah Tikva, Ramat Gan e Birussebi.

La polizia israeliana è intervenuta con cannoni ad acqua contro i manifestanti che hanno bloccato l’autostrada principale tra Tel Aviv e Gerusalemme, trascinando i manifestanti lontano dall’autostrada.

Dopo l’intervento della polizia, l’autostrada è stata riaperta al traffico.

A Tel Aviv molti manifestanti sono scesi sull’arteria principale della città, l’autostrada Ayolon.

I manifestanti chiedono al sindacato di “dichiarare uno sciopero generale”

Centinaia di manifestanti si sono radunati davanti alla sede del più grande sindacato israeliano, Histadrut, a Tel Aviv, chiedendo al sindacato di “dichiarare uno sciopero generale”.

In una dichiarazione scritta dei gruppi di protesta, “Noi, i cittadini di Israele, che ci opponiamo al colpo di stato del governo, chiediamo alla più grande organizzazione di lavoratori del paese, Histadrut, di non restare a guardare mentre il governo promulga leggi dittatoriali. Questo danno a la democrazia danneggerà rapidamente anche i diritti dei lavoratori in Israele”. dichiarazioni sono state incluse.

L’articolo critico che limiterebbe il controllo della Corte Suprema israeliana sul governo per quanto riguarda il regolamento giudiziario del governo Netanyahu, che ha portato a un intenso dibattito e proteste di massa, è stato adottato stasera nella prima votazione dell’Assemblea generale dell’Assemblea israeliana.

Per entrare in vigore, l’articolo del disegno di legge deve superare tre votazioni alla Camera.

La Corte suprema israeliana ha stabilito che Arya Deri, leader del partito ultraortodosso Shas, condannato lo scorso anno per reati fiscali, è stato rilasciato sulla parola in seguito a un accordo con l’ufficio del procuratore e portato al Ministero degli affari interni e della salute nel nuovo governo, “non può prendere posto nel gabinetto”.

Dieci degli 11 giudici della Corte Suprema hanno votato a gennaio, citando la clausola di “ragionevolezza”, che Deri non sarebbe stato ministro.Il primo ministro Netanyahu ha successivamente destituito Deri.

Si afferma che dopo che il governo Netanyahu avrà approvato questo articolo, Deri potrebbe essere riconfermato nel gabinetto.

Regolamento giudiziario rinviato

La “riforma giudiziaria” annunciata dal ministro della Giustizia israeliano Yariv Levin il 5 gennaio include cambiamenti come la limitazione dei poteri della Corte Suprema e il potere di avere voce in capitolo nelle nomine giudiziarie.

Netanyahu ha annunciato il 27 marzo di aver rinviato l’accordo giudiziario, che ha causato proteste di massa e scioperi in tutto il Paese.

Tuttavia, Netanyahu ha annunciato che riporterà il regolamento giudiziario all’ordine del giorno dopo che il bilancio 2023-2024 sarà stato approvato dal Parlamento alla fine di maggio.

Cevap bırakın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak.

Bu web sitesi deneyiminizi geliştirmek için çerezleri kullanır. Bununla iyi olduğunuzu varsayacağız, ancak isterseniz vazgeçebilirsiniz. Kabul etmekMesajları Oku

nesinecasino gaziantep bayan escort antep escort